Fiato sul collo sulle pedine malsane della sanità Campana

boscotrecase
Sulla vicenda dell’ospedale Maresca continua il pressing in Parlamento con una terza interrogazione per ricordare al Ministero che la risoluzione di questa vicenda non può attendere.

Finchè si continuino a tagliare servizi ma non i costi e gli sperperi, non gli appetiti politici ed imprenditoriali, il problema rischia di non essere mai risolto. Per questo sarò pronto ad attaccare e denunciare ogni evidente anomalia di cui verro a conoscenza nella sanità Campana. Se non cadono le pedine malsane del sistema, la sanità è destinata a marcire

Stamattina insieme ad una delegazione del Comitato Maresca ho incontrato il Direttore Sanitario ASL NA3 dell’Area Vesuviana il Dr. Nicola Vitiello.
Mancano risorse economiche per rendere il piano di rilancio dell’ospedale Maresca operativo.

A breve presenteremo una richiesta ufficiale relativamente al numero di posti letto presenti per ciascun reparto, i servizi attualmente attivi con i nomi dei relativi responsabili ed infine un cronoprogramma che specifichi le azioni ed i tempi di tutto ciò che si preveda sia realizzato. Informazioni che dovrebbero essere diffusi in tutti gli studi dei medici di base pubblici affinchè i cittadini conoscano i propri diritti. Le stesse informazioni che chiederà il Ministro Lorenzin

Annunci

2 thoughts on “Fiato sul collo sulle pedine malsane della sanità Campana

  1. sarebbe giusto dare le giuste risorse ed i giusti strumenti a tutti i medici che lavorano con coscienza in strutture “poco idonee” …..ma la professionalità?
    proprio oggi si è conclusa l’odissea che ha visto protagonista la nostra famiglia: LUNEDI’ veniva trasportato in ambulanza un anziano malato che, probabilmente, è deceduto in ambulanza. Nè il medico del 118 nè quello del Maresca ha accertato la morte ed inviato la comunicazione istat per restituire il corpo ai familiari….il medico di turno ci dice che resterà a disposizione delle autorità perchè lui non sà di cosa è morto il poveretto (se avesse visto il corpo oppure letto la documentazione clinica che si è fatto pure lasciare, oppure avesse interrogato i familiari presenti quella mattina, avrebbe scoperto che aveva 82 anni con tumore, aneurisma intestinale e più acciacchi che non sto qui ad elencare)….attendiamo….al terzo giorno tra sballottamenti vari ospedale-polizia di torre e quella di napoli, capiamo che NESSUNO aveva interpellato il giudice per lo svincolo….forse per un referto poco chiaro ( si è dato anche un giorno di prognosi salvo complicazioni al poveretto…) il commissariato che riceve il fax non capisce cosa fare….il medico solo il giovedì, davanti ai poliziotti, si degna di leggere i documenti, interrogare i familiari, capire a quella persona cos’era accaduto, controrefertare…….domani, sabato, finalmente facciamo i funerali……..sono INDIGNATA dall’incompetenza. Se devono essere questi i medici che operano in questi ospedali, allora meglio chiuderli!
    P.S.
    qui parliamo solo di sanità….ci sarebbe tanto da dire anche sull’operato delle autorità….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...