Il sindaco che sussurava al ministro: “Sono bravo e bello”

10_motivi_cacciare_alfano

Nella mia interrogazione ad Alfano chiedevo di conoscere i motivi che avevano spinto il prefetto a non procedere allo scioglimento del Comune di Torre Annunziata, nonostante il grave caso di inquinamento dell’attività amministrativa. Ho ricevuto la risposta dal ministro dell’Interno ma Alfano sembra non essersi interessato della faccenda, tanto da rispondermi leggendo una lettera inviata direttamente dal sindaco di Torre Annunziata Giosuè Starita. Non ci sono accertamenti da parte del ministero, nessun controllo, nessuna verifica. Basta una lettera del sindaco, implicato in quella stessa faccenda, per ribadire che tutto a Torre Annunziata procede secondo legge. Un ministro che si fa dettare la risposta dal sindaco imputato è un fatto clamoroso. Un ministro che fa il passacarte del sindaco di un Comune sotto indagine prefettizia è davvero il colmo, anche per un ministro come Alfano.

Il 7 gennaio 2014 il prefetto di Napoli intima al sindaco di Torre Annunziata Starita di rimuovere gli aspetti di inquinamento dell’attività amministrativa. Se entro 6 mesi le situazioni di illegalità continuano a perdurare il consiglio comunale va sciolto.

Gli aspetti gravi che deve risolvere il sindaco sono:

Legami tra dipendenti e criminalità organizzata

Servizi cimiteriali in mano a poche ditte che fanno subappalti

Irregolarità su concessioni demaniali e autorizzazioni commerciali e pubbliche che favoriscono o danneggiano talune imprese

Brogli sui seggi con il coinvolgimento di alcuni clan camorristici locali

Abbattimento di abusi edilizi appartenenti a criminalità organizzata e alle loro famiglie

Il 2 luglio 2014 deposito un interrogazione per lo scioglimento del comune di Torre Annunziata perchè sono passati 6 mesi e non risulta che le “raccomandazioni” del prefetto siano state eseguite, tanto che lo sgombro di Palazzo Fienga avviene nel gennaio 2015, un ANNO DOPO !!

Perchè il prefetto non si è operato a sciogliere subito il comune di Torre Annunziata, ma gli ha dato più tempo senza formalizzarlo?

Il 18 Marzo 2015 ricevo la risposta dal Ministro Alfano alla mia interrogazione e succede una cosa incredibile.

Io chiedo al Ministero dell’Interno perchè non scioglie il comune di Torre Annunziata e non manda a casa il sindaco Starita e la sua giunta e lui mi fa rispondere direttamente da una lettera del sindaco Starita. !! Avete capito bene.

Non ci sono accertamenti da parte del ministero, controlli, verifiche. No, basta una lettera del sindaco che afferma che tutto va bene, che da tutte le giustificazioni del caso.

E come se fosse avvenuto questo dialogo immaginario

Gallo: Ministro Alfano ma il Sindaco di Torre Annunziata è riuscito a realizzare in tempo tutte le raccomandazioni prefettizie per evitare lo scioglimento del consiglio comunale?

Alfano: Il sindaco Starita afferma di si

Un ministro che si fa dettare la risposta dal sindaco imputato è clamoroso. Un ministro che fa il passacarte del sindaco di un comune sotto indagine prefettizia è veramente il colmo, anche per un ministro come Alfano.

Trovate conferma in quello che dico nel documento che segue. Da pag. 2, ultimo capoverso, fino alla penultima pagina sono riportate le risposte del Sindaco Starita invece che del Ministro.

1

2

3

4

5

6

7

Annunci

One thought on “Il sindaco che sussurava al ministro: “Sono bravo e bello”

  1. Pingback: Il sindaco che sussurava al ministro: “Sono bravo e bello” | Ultime Notizie sul Movimento 5 Stelle M5S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...