Il PD ha proclamato guerra alla scuola pubblica ed ora si avvia una lunga battaglia

maxresdefault

Quando si truffano i cittadini, quando si vuole governare rappresentando una minoranza del Paese a causa di un premio di parlamentari definito incostituzionale, succede inesorabilmente che il Paese si blocca.

Il segretario del PD non ha capito che una riforma contro il mondo della scuola diventerà inapplicabile.

Il M5S è pronto ad organizzare la resistenza nelle scuola, la creazione di reti di scuole Resistenti sarà l’occasione per riscrivere una riforma della scuola dal Basso, con la vera partecipazione di docenti, studenti, genitori.

Il PD ha proclamato guerra alla scuola pubblica ed ora sarà lunga battaglia. Da una parte c’è la CASTA, le banche, Buzzi e Carminati e le aziende dei partiti, Comunione e Liberazione, le cooperative rosse e bianche, dall’altra i lavoratori della conoscenza e le generazioni future.

Dopo le parole che il presidente del Consiglio ha snocciolato sulla scuola nella direzione del Pd ci resta ormai solo un’ultima richiesta da rivolgergli: faccia a tutti la cortesia di tacere. Non se ne può più delle sue bugie, piroette e scuse puerili rispetto a un provvedimento, il Ddl Istruzione, irricevibile fin dal principio e di cui l’unica parte da preservare è quella  relativa alle assunzioni. Per il resto, va gettato nel cestino.

Renzi ha dichiarato che lui e il suo Governo non sono riusciti a coinvolgere il mondo della scuola. Ebbene, hanno avuto ben 10 mesi di tempo per riuscire in questa operazione. Se solo avessero voluto un confronto reale, il tempo a disposizione sarebbe stato abbondantemente sufficiente. Non solo, la Buona Scuola in autunno era stata sottoposta a una consultazione on line dalla quale sono emerse richieste e proposte che non sono state tenute in alcun conto nel testo del Ddl.

#‎RenziStaiSereno‬ la battaglia campale sarà vinta dai cittadini.

Ieri non ha voluto ascoltare il grido d’allarme del mondo della scuola, ora vediamo se Renzi farà finta di non sentire nemmeno il clamoroso tonfo della sua maggioranza qui in Senato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...