Testimonianza agghiacciante di una docente sulla “Buona Scuola” del PD

b

Gli insegnanti vivono con la paura e rischi di ritorsione e per questo garantirò l’anonimato per questa docente.

“Sono un’insegnante a tempo indeterminato da moltissimi anni e durante il primo collegio docenti di quest anno il dirigente scolastico ha esordito con una raffica di imposizioni e di intimidazioni che non trova precedenti nella mia memoria.
Sicuramente ‘riprogrammato’, garantito ed economicamente incentivato dalla nuova riforma della scuola, l’alta carica in questione è partito da una romanzina sulla nostra sopravvivenza professionale legata alla qualità che sapremo offrire:
1) nelle mansioni amministrative, che deve delegare per i suoi troppi impegni;
2) in classe, nonostante le carenze di materiali/attrezzature e al taglio del sostegno e delle supplenze.
Paragonandoci ad artisti esperti in grado di improvvisare con stile ed eleganza, ci ha suggerito di usare la stessa vena artistica per affrontare le difficoltà e le carenze viscerali a cui è stata condannata la scuola pubblica. In particolare, per ovviare al grande problema della mancata nomina di supplenti, ci ha nvitato a trascurare la didattica per concentrarci sulla mera sorveglianza, a superare il limite di massima capienza delle aule (ovviamente senza alcun ordine di servizio), a raggruppare gli alunni davanti alla tv….. Come se fosse umanamente fattibile (norme sulla sicurezza a parte) gestire 70-80 alunni multietnici, eterogenei per età e con disabili non sempre certificati in 2 docenti!!!
Dulcis in fundo ci ha intimato a non divulgare in nessuna maniera, né direttamente ai genitori né tramite Internet e i social network in particolare, le difficoltà con cui andremo a scontrarci in seguito a questa riforma, pena il LICENZIAMENTO e le accuse di DIFFAMAZIONE e di VIOLAZIONE DEL SEGRETO D UFFICIO.
Precisando altresi che il nostro avvocato sarebbe a nostre spese mentre il suo sarebbe offerto dallo Stato!
Secondo testimonianze di colleghi, discorsi analoghi sono stati pronunciati anche in altri Circoli, il che escluderebbe l iniziativa personale del dirigente in questione!
A questo punto sarebbe interessante scoprire l esordio di altri dirigenti nel presentare norme ed effetti della Nuova Sola, alias Buona Scuola!
Nella speranza che la categoria degli insegnanti riesca a liberarsi da questa nuova morsa, visto che il nostro stipendio bloccato dal 2006 e gravato da nuove tassazioni ci mette già in condizioni di sudditanza oggettiva e di ricattabilita’.”

Annunci

One thought on “Testimonianza agghiacciante di una docente sulla “Buona Scuola” del PD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...